Al via il Progetto IREAD4.0

Al via il Progetto IREAD4.0

È partito il Progetto IREAD4.0 di cui il Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università di Pisa è partner, con il supporto operativo del Consorzio Quinn.
Il progetto, finanziato nel quadro del POR FESR 2014-2020, ha l’obiettivo di realizzare un sistema HW/SW integrato (Cyber Physical System), per il monitoraggio e la gestione automatica di merci (pallet) e carrelli di movimentazione con operatore (forklift), in magazzini estesi e ad alto indice di rotazione. In particolare, il sistema integrato sarà ottimizzato per garantire la massima efficienza nel caso di magazzini con superficie maggiore di 10.000 m2 e una movimentazione media di merci superiore a 1000 pallet/giorno.
Il suddetto scenario applicativo impone l’utilizzo di soluzioni tecnologiche a basso costo, riconfigurabili, flessibili e facilmente scalabili in funzione delle dimensioni del magazzino, della tipologia delle merci e della risoluzione spaziale richiesta nella localizzazione delle merci stoccate. La soluzione adottata si basa sull’utilizzo della tecnologia RFID (Radio Frequency identification) in banda UHF per il raggiungimento di alcuni obiettivi essenziali per l’implementazione dell’intero sistema:

  • identificazione automatica e localizzazione dei pallet mediante tag RFID passivi a basso costo (tag inlay monouso) e quindi ideali per magazzini con alto indice di rotazione delle merci;
  • identificazione automatica, localizzazione e tracking dei forklift, minimizzando l’infrastruttura fissa richiesta (antenne, varchi, beacon passivi/attivi) allo scopo di contenere i costi di installazione in magazzini estesi.

La piattaforma HW/SW che verrà implementata sul forklift prevede l’integrazione di un reader RFID, antenne riconfigurabili, una piattaforma inerziale, sensori di prossimità e velocità, una unità di processing locale, un sistema di safety ad onde radio e uno o più display touch-screen per l’interfaccia con l’operatore. Un qualsiasi forklift commerciale viene trasformato in uno “Smart Forklift” per la localizzazione e il tracking del forklift stesso all’interno del magazzino, lo storage temporaneo di dati e la loro trasmissione durante il transito in zone con copertura wireless adeguata (data-mule service), la localizzazione dei pallet all’interno delle aree di stoccaggio, l’identificazione di eventi near-miss (mancate collisioni tra carrelli o tra carrello e operatori). I dati acquisiti dallo Smart Forklift, combinati con quelli disponibili sul sistema ERP aziendale, saranno utilizzati da un framework per l’implementazione di una serie di funzioni: ottimizzazione dei percorsi dei carrelli e della disposizione dei pallet nelle aree di stoccaggio, manutenzione predittiva dei carrelli, classificazione ed elaborazione degli eventi di near-miss registrati dal sistema di safety, verifica real-time di operazioni di carico/scarico, inventario automatizzato, gestione dati con l’interfaccia tra il sistema e l’operatore del forklift, geo-fencing virtuale.

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian