Razionalizzare acquisti e gestione ricambi

Dettagli

Azienda Gruppo cartario internazionale
Area Acquisiti e Gestione ricambi

Razionalizzare acquisti e gestione ricambi in Azienda multi site

Sfide

  • standardizzare la codifica e ottimizzare la gestione dei ricambi del Gruppo a livello mondiale
  • ridurre l’ammontare totale degli immobilizzi nei magazzini ricambi

Obiettivi

Semplificazione: diminuire la varietà e il numero di codici e individuare in modo univoco il ricambio, evitando errori di inserimento e duplicazioni

Efficienza: facilitare la ricerca di uno specifico ricambio sulla base delle sue caratteristiche tecniche attingendo all’intera rete di magazzini nelle diverse sedi del Gruppo

Cost saving: adottare politiche di gestione avanzate e algoritmi di ottimizzazione

Controlling: introdurre KPI sulle performance di magazzino e ridefinire i Contratti Quadro dei principali fornitori di ricambi

Trasparenza: avere un flusso acquisti tracciato e controllabile real time

Soluzioni

Il processo di ottimizzazione della gestione dei magazzini è stato articolato in varie fasi:
progettazione del nuovo standard di codifica

  • codifica di tutti gli item nei magazzini
  • correzione degli errori della vecchia codifica e accorpamenti di codici intercambiabili
  • ridefinizione dei layout e introduzione di accessi controllati
  • addestramento dei magazzinieri e informazione ai manutentori
  • individuazione ed eliminazione degli obsoleti
  • gestione dei codici a bassa rotazione in ottica di smaltimento e condivisione
  • introduzione di algoritmi per l’ottimizzazione delle scorte
  • progettazione e sviluppo di cruscotti di KPI
  • revisione e/o introduzione di procedure di Gruppo
  • introduzione di Contratti Quadro

Principali risultati

  • abilitati gli scambi all’interno delle diverse sedi del Gruppo grazie alla codifica univoca e all’affidabilità dei codici (+50% ca. di scambi intercompany in 1 anno) e alla possibilità di ricercare i pezzi di ricambio in base alle specifiche caratteristiche tecniche
  • re-layout del magazzino per l’allineamento agli standard infrastrutturali del Gruppo
  • individuazione ed eliminazione degli obsoleti con liberazione di volumi di stoccaggio e possibilità di nuovi lay-out
    ritrovamento di ricambi dispersi non presenti nel data base di partenza
  • blocco degli acquisti per materiali in eccedenza di stock e/o in slow moving (potenziale saving per mancato acquisto pari al 18% dell’immobilizzo)